#1/4 – Giovanni GIUDICI

[sezione] 28

Starsene lì murato quale pena deve dargli
Anche se poi come dicono
Uno si abitua –
Di Lei vorrei fare un romanzo
Ben che lo so quanta vi è differenza
Tra il raccontarlo e l’esserci –
Stringere insieme un senzaterra senzatempo
E dove posa gli occhi, che cosa scopre
Nelle croste dei muri
O quelle trine d’aria, gli umori:
Passino a Lei da uno spiraglio queste righe
Potessi sapere
Da morti come si vive

22 ottobre 1988 – 12 febbraio 1989

[cfr. #1/1]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...