#6/1 Edoardo ALBINATI

QUI, CHIUSI

Qui, chiusi alla vita
appena nei piatti scostiamo le spezie
più forti, che tra il cibo
a piccoli bocconi individuammo
con bacchette di legno; alcuni
ne sorridono, senza lietezza;
eppure sullo sfondo dei piatti
primavera è ritratta
come una serpe dorata che s’attorce
al tempio niveo; sempre qui viene
primavera e turba le altre stagioni
che i tuoi occhi giudiziosi
riflettevano nel tè –

non sorseggiando ma di un fiato –

[da Elegie e proverbi, Milano, Mondadori, 1989]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...