#34/10 – Juan GELMAN

LA NUBE

Il sopravvissuto si sdraia
e aspetta la propria assenza. Come
passa dalla paura a trattare con la paura? È
senza discendenti, nemmeno
un passerotto grigio.
Parlerà, senza dubbio, del suo dolore
come di un paesaggio obliquo. Nessuno
passò né passa di lì. Un’ancora
lo tiene fisso all’orrore
che alza le mani e tace
come una nube.

[da Valer la pena, Parma: Guanda, 2007, p. 271]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...