#44 – Alessandro CARRERA

BRUCKNER 

“Questo intervallo tra la nascita e la morte 
è qualcosa di pazzesco,
un unico disastro che ha nome vita enorme,
da quando s’è spento il cerino infinito
in quel soffio finale
che tutte ci ha strappato via dal cielo.”

L’ho sentito, lo dicevano le stelle,
sveglio com’ero in una notte
d’influenza, avevano orrore
di spegnersi senza morire,
in pochi anni, fra qualche trascurabile miliardo,
senza lasciare figure né sogni, niente fragole di fuoco
a ricondurle alla gran danza,
né venti spaventosi alla ventura
per tutto l’universo impicciolito.

Ho preso su il telefono, era l’ora
che i dottori non rispondono,
le mie dottoresse men che meno
e tu come al solito non c’eri.

“Se almeno l’angelo finale
sciogliesse la fanfara del furore”
(così le sentivo, faceva un silenzio
che avresti dovuto impazzire),
“forse Dio si accorgerebbe
che la sacra ottava è rotta,
il coro a bocca chiusa si è squagliato nella tosse
e noi cadiamo via dal cerchio delle cose,
bianche indolenti,
grandi falene di brace
verso una lampada nera.”

Ho fatto dei numeri a caso,
Mozart dava sempre occupato,
Bach rispondeva la segreteria,
Corelli che portava fuori il cane.

“Temiamo il gran freddo dello spazio,
lì dove le fiamme ci finiscono
e la luce sconfina nel buio
come un’avanguardia in campo ostile”
(insistevano le stelle disperate,
e io non trovavo nessuno).

Berlioz in crociera ai Caraibi,
Webern che giocava a dama,
Händel che si spuntava i baffi,
Chopin perso in un suo ragionamento,
Verdi che quando fa lo yoga
non vuol esser disturbato.

Se non fosse stato per Bruckner
sceso a comprare un po’ di carta da spartito
le stelle sarebbero già mute di paura
e noi saremmo come quando in casa
il motore del frigo ci si spegne
e nel silenzio che già c’era
un altro se ne scava
e noi ci cadiamo proprio dentro
come uccelli che annegano
quando manca il vento. 

[su GRADIVA 34/2008, pp. 128-129]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...