#51 – Greg DELANTY

MELOGO/ LA FELICITÀ 

Lasciate perdere la felicità, forse la parola più sfuggente 
del linguaggio. Accettate la vostra parte 
di tormento, quotidiana scontentezza, 
manie e rabbie familiari, le stanche 
dell’amicizia, il malumore del corpo, il non capire un’acca 
di tutta quanta la faccenda: 
l’epicedio generale sin dall’inizio dell’episodio umano. 
L’infelicità è il nostro plasma. Considerate 
per esempio quanto vi sentite più a vostro agio, perfino ci
                                                                    [sguazzate, 
nei canti tristi di Melpomene. Considerate la penuria 
di gioiosa emanazione e ditemi se ho torto. 
Forse soltanto allora Felicità si concederà. 
Quando la smetteremo di correr dietro alla sottana di Felicia 
questa divinità comincerà a sentirsi ignorata, esclusa, 
ci darà una pacca sulla spalla per dirci: “Vi ricordate di me?”.

[da The Greek Anthology Book XVII, in uscita a fine 2011 per Carcanet Oxford Poets. Questa traduzione di Antonello Borra è su "Poesia" n. 261, Giugno 2011, pp. 33-34.]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...