#55 – Daniele BELLOMI

al lavoro perché belli
e proni, e per questo dannati, come dipendenti
moderati e umani, plastici, al collaudo, intervenire
docili sempre, a non sbagliare montaggio sul quale
incatenarsi.

*

al lavoro soltanto arrangiandosi,
cercando di non muoversi troppo, di non creare
sospetto con pause molto lunghe, farle nascoste,
furtive, perché nessuno abbia di che lamentarsi,
così che niente ci sia di che ridire.

*

al lavoro, allora, e basta, perché
sia una volta sola l’annullarsi, perché non venga
in mente alla sera di dare un’occhiata a qualcosa,
che non ci si accorga mai dell’infiltrazione lenta,
dal soffitto, che si allarga come se nulla succedesse,
come se nulla fosse per com’è, ma solo una volta
vederla, questo. e basta.

Al lavoro – Nazione Indiana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...