#148 – Nino IACOVELLA

(da Una terra come carne)

La poesia non può cambiare l’ordine
del dolore. 

Quella polvere non si poserà altrove, 
piuttosto ricuce addosso la presenza 
delle lapidi, insinuando al funambolo 
che osa lo sguardo oltre la corda 
che sovrasta le proprie rovine.

[da Latitudini delle braccia, Gaeta: deComporre Edizioni, 2013]
[fonte e testo integrale: LDDTS]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...