#152 – Stanisław BARAŃCZAK

GLI ANIMALI 

Sanno di essere i più veloci. È soltanto uno stato
momentaneo, quel loro appiattimento. Sanno
come stringersi verticalmente in uno slancio veloce e
saltare. La loro superficialità pronta
per avvolgersi in una molla, ascoltando solo
un fischio dell’aria dietro le orecchie. Gli occhi,
così delicatamente marroni adesso, sono aperti
ad accogliere le immagini saltanti alla gola.
Non ci permettono di avere paura, sono piatti così
che è ancora più semplice colpirli a terra
con uno sguardo, mai orizzontale. Ci hanno perdonato
molto; ma continua il futuro impulso
nei corpi sempre propensi a diventare lama. 

[su Carteggi Letterari, traduzione e cura di Paulina Malicka]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...