#128/3 – Eugenio MONTALE

[6] 

Non hai pensato mai di lasciar traccia 
di te scrivendo prosa o versi. E fu 
il tuo incanto – e dopo la mia nausea di me. 
Fu pure il mio terrore: di esser poi 
ricacciato da te nel gracidante 
limo dei neòteroi. 

[da Satura (1962-1970)]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...