#162 – Igor’ BOBYREV

è meglio descrivere i sogni nella vecchiaia 
dopo i cinquanta 
e tanto più cercare un’interpretazione 
specialmente per spiegare le malattie 
la debolezza e la demenza senile 

da vecchi occorre leggere aristide 
la descrizione delle malattie dei fiumi e degli dèi 
gli antichi ne capivano il segno quindi la cura 
aveva un carattere che si definisce 
di intrusione divina 

la guarigione diventava un miracolo 
o non lo diventava 
è importante ricordare che rivolgersi ai sogni 
descrive se non il futuro almeno 
la sua prospettiva ultraterrena 

[su Poesia n. 315/2016, p. 76, trad. di Paolo Galvagni]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...