#167 – Sandro SINIGAGLIA

CONGEDO

I miei amici i poeti
servito ho sempre
di quel servo l’uguale
che del padrone il gesto accarna
il vizio l’accento stretto
nel gozzo serbando al palegro
un rovente segreto.

[da La camera gurgandina, Einaudi, 1979]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...