#214 – Uberto STABILE

ESIGENZE DELL’ETÀ 

Dicono che l’ultima cosa che si perde è la speranza,
ma se hai già perso il senso dell’umorismo,
a che ti serve la speranza?
Ho il doppio dei tuoi anni
dormo la metà di te
fumo tre volte di più
ogni giorno guadagno la pazienza che ogni giorno tu perdi,
e credi ancora che noi siamo anime gemelle?
Dopo l’amore arriva sempre il sonno
e mentre tu russi io divoro sigarette,
la tua ansia ha un limite
la mia una fine.
Quando perderai il sonno
scoprirai che l’amore è sempre
un’altra cosa,
ciò che per te è un mito
per me è solo una leggenda.
È l’età quella che non perdona
non ammette crediti, restituzioni o trasferimenti,
possiamo condividere una vita
però della morte dovremo ridere da soli.

[da Cien días de mayo, Mexico: Homo Scriptum Ed., 2006. Trad. Elisenia Gonzalez]
[su La dimora del tempo sospeso, cur. Francesco Tomada]

Annunci