#261 – Fabrizio DALL’AGLIO

Perché i poeti sono coraggiosi
cincischiano ai confini della vita
in un quadro slabbrato di memorie
imparano a morire e nelle storie
del proprio corpo si lasciano colpire
non sono amici, amanti, padri, sposi
solo poeti in punta di matita
già pronti a cancellarsi, a scomparire
a spazzar via la vita e le sue scorie.

[da L’altra luna. Poesie 2000-2006, Firenze: Passigli, 2006, p. 65]

Annunci