#137/2 – René CHAR

Stanotte leggiamo poesie, ma il mondo no, non legge
poesie stanotte, e poi neppure
in altre notti le legge, neppure
le poesie più belle del mondo, il mondo
non si degnerà mai di leggere neppure
la poesia più bella del mondo
anche se insistessimo, anche se insistessimo molto
lui rifiuterebbe.

[da Lontano dalle nostre ceneri, cur. Elisa Bricco, Genova: S. Marco dei Giustiniani, 2003, p. 13]
[via Adriano Padua]

Annunci